Novità
-----------------------
I corsi
I seminari
Dove siamo
Chi siamo

------------------------
Lo yoga

L'ayurveda
Libri & articoli
Bibliografia
------------------------
Doc. fotografici
Cucina vegetariana
Software etico
Progetti di sviluppo
------------------------
Links
-----------------------

Regolamento
Statuto

 

Centro Yoga Anahata
c/o Atelier di danza ........Via Scalabrini 19
29100 Piacenza
Tel. 0523/336715 - 339/2709918 (cell.)
http://www.centroanahata.org ...e-mail: info@centroanahata.org
Centro affiliato a Y.A.N.I.

Il monastero di Bhat Nha, nel Vietnam centrale, ospitava fino a poco tempo fa, 379 monaci e monache, la maggior parte giovani, che praticavano pacificamente in comunità (sangha) gli insegnamenti del buddhismo zen nella tradizione del Ven. Thich Nhat Hanh.
Il 27 settembre 2009 una folla tumultuosa, comprendente anche funzionari delle forze di sicurezza governative e della polizia segreta, ha fatto irruzione nel monastero di Bat Nha e con la violenza ha scacciato monaci e monache.
I monaci sono stati trascinati fuori dalla loro residenza, insultati e sessualmente molestati; finestre e porte sono state fracassate, gli edifici gravemente danneggiati, tutti i computer e gli strumenti di registrazione distrutti sistematicamente. Due monaci sono stati arrestati senza alcuna imputazione e non si sa ancora dove siano detenuti.
Essi hanno trovato incerto riparo nel tempio di Phuoc Hue a Bao Loc, distante 15 km dalla loro residenza. Vivono sotto lo stretto controllo e sorveglianza, 24 ore su 24, della polizia religiosa appostata in mezzo a loro. Eppure continuano a resistere agli incessanti – e illegali – tentativi del governo di disperdere la loro comunità.
Il 10 ottobre l'ambasciatore americano ha inviato a Bat Nha una missione esplorativa, ma è importante che i membri degli stati europei, partners commerciali rilevanti del Vietnam, mostrino decisamente la volontà che queste violenze cessino al più presto.

Cosa possiamo fare? I monaci di Plum Village, il monastero dove vive il ven. Thich Nhat Hanh, chiedono di sensibilizzare i nostri europarlamentari, inviando loro una e-mail affinché esercitino pressione sulla ambasciata Vietnamita e monaci e monache possano tornare alla loro pratica.

Questa azione, sarà efficace solamente se i nostri parlamentari riceveranno molti messaggi, perciò vi preghiamo di coinvolgere amici sensibili alle problematiche umanitarie. Questo è lo spirito del praticante di yoga o buddhista, impegnato anche nel sostenere chi è più debole, pacifico o perseguitato in virtù della visione religiosa o politica.

 

 

 

 

Articoli correlati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi è il maestro Thich Nhat Hanh (Thay)?
Thich Nhat Hanh, monaco zen vietnamita, poeta e costruttore di pace, è oggi insieme al Dalai Lama una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo.
Nato in Vietnam centrale nel 1926, ordinato monaco all’età di 16 anni, ha operato fin dalla sua

Aiuta il monastero di Bat Nha

amici che lavorano insieme per sostenere monaci e monache del monastero Prajna

giovinezza affinché il buddhismo portasse pace, riconciliazione e fratellanza nella società.
Nel 1964, durante la guerra in Vietnam, ha dato vita a uno dei movimenti di resistenza nonviolenta più significativi del secolo, i Piccoli Corpi di Pace: gruppi di laici e monaci che si recavano nelle campagne per creare scuole, ospedali e per ricostruire i villaggi bombardati, subendo attacchi da entrambi i contendenti, che li ritenevano alleati del proprio nemico.
Nel 1967, mentre si trovava negli Stati Uniti, è stato candidato al Nobel per la pace da Martin Luther King, che dopo averlo incontrato ha preso posizione pubblicamente contro la guerra in Vietnam. Due anni dopo, già costretto all’esilio, ha dato vita alla Delegazione di Pace Buddhista, che ha partecipato alle trattative di pace di Parigi. Dopo la firma degli accordi gli è stato rifiutato il permesso di rientrare nel suo Paese. Si è stabilito in Francia, dove nel 1982 ha fondato Plum Village, comunità di monaci e laici nei pressi di Bordeaux, nella quale tuttora vive e insegna l'arte di vivere in consapevolezza. Ai suoi ritiri partecipano ogni anno migliaia di persone, provenienti da ogni parte del mondo.
Solo nel gennaio del 2005, dopo 39 anni di esilio, su invito ufficiale del governo vietnamita ha potuto far ritorno per tre mesi in Vietnam, accompagnato da un folto gruppo di monaci e laici, per un viaggio di riconciliazione e insegnamenti.


Gli articoli, le informazioni, immagini, sono state tratte dal sito "helpbatna.org", "esserepace.org" e dalla mailing list "interessere", a cui potete fare riferimento per approfondimenti e ulteriori informazioni

 

 

 

 

 

 

 

 

Siti di riferimento:

I monaci e le monache del monastero di Bat Nha sono stati definitivamente dispersi il 31 dicembre 2009. Ora non sono più sicuri in alcun luogo in Vietnam. 160 monaci sono già stati accolti in Thailandia, altri sono attesi in Germania, in Francia, negli Stati Uniti, in Malesia. Ma hanno bisogno di tutto: cibo, medicinali, biglietti aerei per i paesi che li ospiteranno...
Puoi esercitare maitri, karuna, dana, contribuendo al loro sostentamento. Il centro yoga Anahata sta organizzando una raccolta a loro favore; altrimenti puoi contribuire direttamente con un bonifico con i seguenti estremi: IBAN: FR 76 1330 6003 4242 Swift Code: AGRIFRPP 833
note: Help Bat Nha proyect